Medolla (Italy), gennaio 2021Eurosets, azienda specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di dispositivi biomedicali, annuncia il lancio commerciale di ECMOlife, il nuovo sistema per il supporto circolatorio extracorporeo (ECLS). Durante la fase di valutazione clinica prelancio, diversi pazienti critici sono stati supportati da ECMOlife complessivamente 400 giorni (mentre la durata massima del trattamento di un singolo paziente è stato di 27 giorni).

ECMOlife espande il portfolio di Eurosets: il device consente di trattare pazienti in varie aree terapeutiche, includendo l’ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO) e il supporto circolatorio meccanico (MCS), terapie utilizzate per trattare pazienti con insufficienze ventricolari, in arresto cardiaco o con sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), causata ad esempio da H1N1, SARS, o infezioni da Covid-19. Si tratta di un vero dispostivo salvavita in quanto è in grado di sostituire temporaneamente la funzione meccanica del cuore o del polmone gravemente compromessi. ECMOlife può essere considerato una sorta di organo artificiale esterno collegato al paziente attraverso i principali vasi sanguigni e viene utilizzato nei casi in cui la sola terapia farmacologica risulta non essere più sufficiente.

Dotato di una pompa a levitazione magnetica e una biocompatibilità aumentata, ECMOlife è estremamente sicuro e versatile. È inoltre l’unico device disponibile sul mercato con un sistema di backup integrato che incrementa la sicurezza del paziente e consente una più facile gestione in caso di trasporto anche all’esterno dell’ospedale.

ECMOlife è stato oggetto di un prelancio in nove centri europei, dimostrando caratteristiche uniche e benefici in svariati ambiti clinici. Durante questo periodo ECMOlife ha supportato pazienti affetti da Covid-19 che versavano in condizioni critiche, ma anche pazienti affetti da shock cardiogeno post intervento cardiochirurgico, sottoposti a trapianto polmonare o che hanno richiesto assistenza cardiaca o polmonare.

Uno dei primi centri ad utilizzare ECMOlife è stato l’Ospedale Universitario di Brussels. Il team ECLS, guidato dai Prof. Dr. Meir, responsabile dell’U.O. di Cardiochirurgia, Prof. Dr. De Waele, responsabile dell’Unità di Terapia Intensiva e Dr. Kurt Staessens, responsabile del team di Perfusione-Cardiovascolare, ha raccontato così la loro esperienza: “Siamo molto soddisfatti delle performance di ECMOlife. La levitazione magnetica riduce decisamente il livello di emolisi e il rischio di trombi nel paziente. Inoltre, il sistema di monitoraggio non invasivo, combinato con l’unità di backup, aumenta le posisbilità di cura del paziente, apportando maggiore sicurezza in caso di emergenza”.

“La nostra missione è quella di dare una risposta alle diverse necessità terapeutiche attraverso l’innovazione, ed ECMOlife è pienamente in linea con i nostri obiettivi”, commenta Antonio Petralia, AD Eurosets. “Siamo orgogliori di portare sul mercato questo innovativo device e di poter supportare il lavoro dei professionisti sanitari nell’aiutare pazienti in condizioni critiche ovunque nel mondo”.