Sale a 35 il numero degli allievi della Fondazione Scuola di Musica “Andreoli” che per l’anno scolastico 2022-2023 potranno beneficiare di una borsa di studio per frequentare i corsi musicali. L’azienda Eurosets di Medolla, leader nella produzione di dispositivi biomedicali, ha infatti deciso di finanziare cinque borse di studio, che si aggiungono a quelle tradizionalmente erogate dalla Fondazione.

«In un momento difficile come questo – spiega il direttore della Fondazione “Andreoli”, Mirco Besutti – cerchiamo di aiutare tanti studenti meritevoli che non potrebbero avere accesso ai corsi. Grazie ad aziende che dimostrano concretamente cosa sia la “responsabilità sociale d’impresa”, pubblichiamo ogni anno un bando, legato al reddito Isee della famiglia, per offrire a tutti l’opportunità di fare musica, com’è nello spirito della nostra istituzione. Quest’anno abbiamo avuto un aumento delle domande e la generosità di Eurosets, che ringrazio di cuore, ci permette di coprire una parte del fabbisogno».

“Investire in progetti che abbiano un impatto a livello sociale creando opportunità sul territorio è un processo che porta valore a tutto il sistema, in particolare se i progetti riguardano le nuove generazioni – commenta Antonio Petralia, CEO, Vice Presidente Esecutivo e Direttore Tecnico-Scientifico di Eurosets –. Il claim di Eurosets è “Every life matters”, ogni vita conta, e quindi aiutare le persone rispondendo ai loro bisogni e offrendo soluzioni che ne migliorino la qualità di vita è parte integrante della nostra mission, motore che guida ogni decisione aziendale. Siamo lieti di poter contribuire alla crescita personale di cinque giovani musicisti, accompagnandoli con un piccolo gesto nelle loro passioni e nel conseguimento del loro sogno creativo».

La Fondazione Scuola di Musica “Andreoli” ha quasi 1.300 allievi iscritti e coinvolge altri 6.000 studenti circa dell’Area Nord di Modena nei progetti rivolti alle scuole. Nell’ultimo triennio ha svolto direttamente 722 iniziative tra saggi, concerti e manifestazioni.

Secondo un recente studio dell’Associazione italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Non Profit, la Fondazione “Andreoli” ha un forte impatto sul territorio, misurato in termini di benessere dei beneficiari e delle loro famiglie, di contributo all’inclusione sociale delle allievi e degli allievi con disabilità, di benessere lavorativo, di contributo alla creazione e sviluppo di coesione sociale e alla visibilità (anche internazionale) del territorio e di promozione di comunità educante.